Altre tasse su memorie e smartphones ? No. Per ora.

moneyDa qualche tempo girano sulla Rete notizie preoccupanti in merito ad un nuovo aumento delle tasse dovute sull’ acquisto di memorie di massa (siano queste hard disk, schede di memoria, supporti CD e DVD) ed anche di dispositivi che ne contengano (computer, tablet, smartphone, decoder televisivi con funzioni di registrazione).

La voce, piuttosto allarmante, è che questa “tassa” (già in vigore dal 2009) verrebbe aumentata in maniera spropositata: fino a 5 euro e 20 in più per ogni smartphone e fino a 40 euro – per esempio – per un decoder dotato di HD interno o anche solo di porta USB per collegare un drive.

Beh, non è una bufala in senso stretto, ma poco ci manca. Vediamo insieme di cosa si tratta:

Questa storia nasce un po’ di tempo fa e si chiama “equo compenso per copia privata“. E’ un’ invenzione della SIAE (Società Italiana Autori ed Editori) che prende origine Continua la lettura di Altre tasse su memorie e smartphones ? No. Per ora.

CHIRP: un altro modo di cinguettare

chirp

CHIRP: insegnare a cantare alle macchine. Forse un po’ azzardato, ma è lo slogan di un nuovo progetto basato su server e app client (per iOS e Android, al momento) che permette la condivisione di link, immagini, video, contenuti vari attraverso il suono. Si, proprio il suono, o meglio il “canto” in cui gli indirizzi degli oggetti che vogliamo condividere vengono convertiti dall’ app installata sul nostro dispositivo.

Come funziona ? Immaginiamo di voler condividere una foto dal nostro Continua la lettura di CHIRP: un altro modo di cinguettare

Ciao ciao, Windows XP !

winxpproNon so voi, ma quando tanti anni fa uscì Windows XP pensai che finalmente Microsoft aveva trovato la giusta via: tolti i sistemi operativi server, XP si presentava come una vera “bestia”. Un sistema che funzionava davvero (chi ha litigato con il 98 o ancora peggio con il funesto ME capirà esattamente di cosa parlo), che integrava le funzioni di rete in maniera pratica e facile, che raramente si inchiodava lasciando i poveri utenti a bestemmiare in aramaico nella speranza di recuperare almeno una parte del lavoro…

Insomma, un sistema operativo come si deve. Non nascondo che fino ad un paio di anni fa mi ostinavo ad utilizzarlo ancora: non solo per una fisiologica avversione ai cambiamenti, ma perchè in fondo faceva quello che doveva, e lo faceva bene. Oggi si viaggia con Windows 8 (stendiamo un velo pietoso sui sistemi di transizione tipo Vista e Win7), che sembra esserne il degno erede, ma a volte ancora capita di rimpiangerlo, questo vecchio XP.

Purtroppo, la notizia è che dal prossimo 8 aprile Microsoft fermerà ufficialmente il supporto per Continua la lettura di Ciao ciao, Windows XP !